Le cose belle

A volte ci fermiamo a pensare al perché delle nostre azioni, delle nostre decisioni prese proprio in quella direzione. Ci possono essere mille perché ma quello più forte è sempre legato a una persona, a delle persone. Perché la prima cosa che ti viene in mente quando ti succede una cosa bella è chiamare la mamma, la ragazza o gli amici per condividere l’emozione, senza paura, avere piena consapevolezza e amore interiore.

Leggi tutto “Le cose belle”

5/5 (5)

«Odia» te stesso come il prossimo tuo

“Mi fa incazzare, mi fa incazzare come le povere persone ci rimettano sempre.
Mi fanno incazzare le ingiustizie, il dolore, la prepotenza, la violenza.
Sto male, mi piange il cuore quando sento parlare di stragi, sto male”

È un’altra tragedia che accade, un’altra enorme ingiustizia, stavolta è toccata alla Nuova Zelanda, a nuove vittime e a nuovi superstiti, a nuovo odio, a nuovi se, a nuovi rip e pray for.
Sono stanco, demoralizzato, incazzato, è un mondo di odio che ci circonda e ciò che mi rattrista di più è vedere questo odio nelle persone che mi stanno accanto. ko
Non fraintendetemi, non sto paragonando un killer con quello che viviamo noi ogni giorno, ma come possiamo sperare in un mondo migliore per noi stessi e per i nostri futuri bambini se già nel nostro piccolo non sappiamo cosa sia il perdono, cosa sia il bene?

Leggi tutto “«Odia» te stesso come il prossimo tuo”

5/5 (4)

La storia di William (parte 1)

Pausa caffè

Ti vedo, tu non mi vedi, vorrei chiederti come stai, quando ti vedo sorridere è qualcosa di diverso, perché tra le rughe del tuo sorriso vedo qualcosa di magico, qualcosa di unico.
Quando dico queste parole non mi riferisco alla classiche canzoni d’amore, quando scrivo ti sto guardando sorridere, so già che non mi stancherò mai guardartelo fare.
Continuo a sentire una magia, le parole non potranno mai descrivere quello che sento, di fronte a te tutte le certezze scompaiono, le paure diventano piccole, i sogni, bhe, reali. Leggi tutto “La storia di William (parte 1)”

5/5 (5)